23/01/2012

Un pacco di felicità

E' arrivato! Lo aspettavo per venerdì, si è fatto attendere e desiderare...ma alla fine ce l'ha fatta!
Il pacco ha macinato più di 3000 Km per venirmi a trovare.
L'ho accolto con gioia e commozione, mi dispiaceva quasi aprirlo. Quando poi mi sono decisa a farlo, è stato come tuffarsi in profumi, sapori e ricordi che non mi abbandoneranno mai.

Eccolo qua, durante la contemplazione devota (come vedete è un paccone!):




L'ingegnoso mittente aveva approntato un accrocchio con una corda per creare un manico ed agevolare il compito dei facchini, sperando così che non lo sbattessero troppo. Ha centrato l'obiettivo!
Mentre lo svuotavo era una festa. Sembravo una bimba entusiasta, scartavo e sbustavo e fotografavo. Mai stata così contenta per un pacco. E' il primo da quando sono qua, e mi ha riempito il cuore.

Questo è solo un campione di quello che c'era qua dentro. Quasi tutto è duplicato, ed inoltre ho lessato una busta di cime di rapa e una di catalogna, verdure che adoro e che qui non si trovano manco a peso d'oro. 



Da sinistra, fila dietro, vi presento: un pacco di orecchiette, uno di pizzoccheri (dalla mia permanenza in Lombardia ho ereditato l'amore per loro), il corner merendine della colazione e biscotti-seri-altro-che-qua, un pacco di troccoli (simili a dei grossi spaghetti), una melanzana viola, di quelle dolci, tipo tunisino che dice "Sicilia" da lontano, i taralli pugliesi, i peperoni cruschi, un pacco di cioccolatini con limoncello, strega, cuneesi al rhum (altra eredità golosa di Pavia),  o crema nocciole a scelta, la provola affumicata, corner formaggi e salumi, con lo speck e il salame piccante autoprodotto in bella vista,  gli immancabili biscotti siculi, cucciddati e col sesamo. 
E poi cannella, pinoli, capperi, in un tripudio di sensazioni!

C'erano anche: un regalino da una meravigliosa sorella e fidanzato -un refrigeratore per bottiglie di vino- i rassicuranti calzini comprati dalla mamma e un commovente cappello di lana fatto a mano da una dolcissima zia.

Ho fatto il pieno davvero, in tutti i sensi.

41 comments:

  1. In effetti, un pacco da emigrante in piena regola!
    Te lo invidio :-)

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ihihih, oltre al contenuto, anche quello spago tutt'intorno contribuisce a conferirgliene l'aspetto.
      E' mio, e' mio!

      Delete
  2. posso capire l'emozione ed il valore di tutti quei sapori...è bello adattarsi a tutto, ma i sapori dell'infanzia e dell'adolescenza fanno sentire a casa in qualsiasi parte del mondo

    ReplyDelete
    Replies
    1. Sí! Hai presente quando il critico gastronomico mangia la ratatouille nell'omonimo film? :)

      Delete
  3. bello ricevere questi pacchi! anche i miei mi viziano con pacchi simili ogni tanto...ah, il sapore di casa!
    buona scorpacciata :)

    ReplyDelete
    Replies
    1. speriamo sia il primo di una lunga serie!

      Delete
  4. Finalmente!!! Questo é proprio un signor pacco! Non é arrivato nel weekend, ma direi che questo é segno di un buon inizio settimana :)

    ReplyDelete
    Replies
    1. Sì! Urge un'altra cena per smaltire le derrate...

      Delete
  5. Meraviglia e invidia!! Che bellezza! E non era neanche il tuo compleanno (lo so perché abbiamo il segno in comune)!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Sì, paccobello! Per il compleanno invece hanno quasi timore di farmi anche gli auguri :)
      ps io Luglio, tu?

      Delete
  6. Solo una persona innamorata di voi poteva immergersi in un compito tando arduo quanto improbabile da raggiungere: pensare che un pacco di quelle dimensioni potesse raggiungere il Portogallo partendo dall'Italia.
    Ora non resta che spazzolare tutto velocemente per riprovare l'esperimento.
    .... la solita fortuna dei principianti....
    ;) Un abbraccio! Ju

    ReplyDelete
    Replies
    1. E tu sai benissimo di cosa sono capaci le persone in questione.
      Ci hanno fatto anche il manico di corda, pensa tu!

      Delete
  7. commento del Capitano (l'ho chiamato per fargli vedere le foto): urge un incontro con Elle, chiunque essa sia!
    commento mio: e quando ci vediamo??? no, volevo dire orecchiette, cime di rapa e taralli mi hanno ammazzata, io sono di bari! e poi oggi sono andata al corte ingles per cercare lo spek ma niente...
    infine da lontano mi pare di scorgere una formazza di parmigiano ò_ò

    ReplyDelete
    Replies
    1. Eheh, lo so, il pacco è per lo più siculo/pugliese. Salutiamo le cime di rapa, felici di essere state con loro mezza giornata.
      Ti è parso bene, è proprio parmigiano! (il grana ho dimenticato di metterlo in posa :D)

      Delete
  8. Che meraviglia! Anche io aspetto sempre con ansia i pacchi, ma , da qualche tempo a questa parte, me li rispediscono tutti al mittente lasciandomi a bocca asciutta :( Sbrana tutto, gnam!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Come mai? Non ti stanano in quel di NOLA? che peccato.
      allora sbranerò anche per te, se ti può consolare :)

      Delete
  9. Magari non mi trovassero, almeno saprei come ovviare il problema :( purtroppo la posta ha cominciato a fare controlli aprendo i pacchi e ci trova sempre qualcosa che non fa, e quindi lo rispediscono a casa dei miei in Italia :( Eh sai... il parmigiano vuoi mica che me lo mandino i miei, eh no, devono farmi andare da Whole foods a vendermi un rene per comprarne mezz'etto secco e con la crosta :( Maledetti!!!

    ReplyDelete
  10. As laaaagrimas correm no meu rosto! Arrivata alla provola affumicata non ho saputo trattenere l'emozione :)
    Bellissimo il pacco! Ma anche tu come me non hai trovato ancora un biscotto per la colazione degno di questo nome?

    ReplyDelete
    Replies
    1. hai visto? la provola è sacra :)
      i biscotti purtroppo qua fanno abbastanza pena, ho perso le speranze, ho provato anche quelli venduti a peso d'oro biologici croccanti e nonsoche, ma spesso finiscono nel dimenticatoio ancor prima di finire nel pacco.
      gli unici biscottielli decenti che ho trovato sono al cioccolato e italiani, marca alce nero, dal prezzo indecente al supermercato Brio, ma in crisi da falta di biscotti ho chiuso un occhio (anzi, quattro).

      Delete
    2. Sappiate che i biscotti e le merendine come in Italia non esistono in nessun posto nel mondooooo, come cantava Mietta :( Io ormai mi sono arresa e ho detto addio ai biscotti.

      Delete
  11. Elle, che bellezza! Mi piacciono soprattutto gl iincarti "rustici" tutti italiani del formaggio! Qua da me tutto nella plastica, ovvio...bleah!
    Consolati che anche qua i bisoctti non si trovano...li ho dovuti ordinare su Amazon...O__o

    ReplyDelete
    Replies
    1. Sí, proprio le carte del salumiere!
      I biscotti made in USA sono grassissimi e pesantissimi...

      Delete
  12. Che splendore! Adoro i pacchi, adoro il cibo, adoro le sorprese. Meglio di quello che è arrivato a te, cosa ci può essere?!?!?!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Infatti! Si capisce che ne sono stata felice...giusto un po'?!

      Delete
  13. I biscotti e i salumi italiani: che meraviglia! Anche da noi quando arrivano i pacchi è una gioia immensa!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Sì! Credo che tu mi possa capire benissimo!

      Delete
  14. I pizzoccheri °_° la melanzana tunisina!!! I cioccolati col limoncello! La provola affumicata!!! I cuccidati!! I BISCOTTI COL SESAMOOOOOOOO

    Que enveja, epá :D

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ihihihi. Italia gastronomica da nord a sud in un solo pacco :)

      Delete
  15. Epà. Entrambi siciliani, e a quanto pare vicini di casa. Ma un cafè mai? :)

    PS: Tra pochi giorni arriva IL MIO di pacco :)))

    ReplyDelete
    Replies
    1. Non sono sicula direttamente, ma per vie traverse :)
      Che bello, goditi la gioia!

      Delete
  16. ricordo ancora i pacchi alimentari dei miei nonni
    ero piccina e passavo la notte sveglia ad aspettare il paesano che, passando nelle varie città col camion della ditta, si faceva postino per i suoi paesani. non prendeva soldi, solo un caffè o un biscotto quando si fermava nelle case dei paesani sparse sul suo cammino lavorativo ( con qualche piccola deviazione.. )
    io aspettavo sveglia e appena sentivo il citofono mi precipitavo per le scale. toccava a me, dovevo essere la prima ad aprire il pacco ed a respirare l'aria di trecchina che, nella mia ingenuità di bambina, era rimasta intrappolata nella confezione.
    e le maniglie di corda fatte da mio nonno Carmelo..
    ah che ricordi..

    Adelia

    ReplyDelete
    Replies
    1. La bontà del paesano non tradisce mai...
      Infatti, al di là dei cibi e degli oggetti, a me piace respirare l'aria che esce dalla scatola. Perché è vero che resta intrappolata :)

      Delete

Dimmi pure.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...